Plastic Tax in Vigore da Luglio 2020: Cosa Sapere?

0 3

La Plastic Tax è una nuova imposta decisa e inserita nella Legge di Bilancio 2020. Molte polemiche e opposizioni hanno accompagnato la sua nascita. Le stesse forze politiche che compongono e sostengono l’attuale Governo hanno espresso posizioni diverse rispetto alla Plastic Tax. La decisione finale, che è nella Legge di Bilancio, è un compromesso tra le diverse posizioni: è stata ridotta l’entità e posticipata l’entrata in vigore ma posticipare la sua reale attività non risolve il problema, lo sposta semplicemente nel tempo. Cosa è esattamente, chi la pagherà, quali prodotti in plastica riguarda? Plastic Tax in Vigore da Luglio 2020: Cosa Sapere?

Plastic Tax in Europa

La Plastic Tax che è stata decisa in Italia è la conseguenza di un provvedimento della Commussione UE del 2019. Il senso è di intervenire a contrasto dell’inquinamento dell’ambiente, in particolare dei mari dove si riversano ogni anno quantità impressionanti di plastica.

Il problema è reale: la plastica si suddivide in piccolissime particelle, le microplastiche, che vengono ingerite dai pesci e danneggiano la flora marina.

Anche se non considerassimo la salute dei pesci che ingeriscono la plastica e spesso ne muoiono, la stessa finisce nell’organismo umano attraverso il consumo di oesce. Questo danneggia anche l’essere umano attraverso molte malattie che sono provocate dalla plastica ingerita inconsapevolmente con l’alimentazione.

Nel mirino soprattutto la plastica monouso. L’Europa ha deciso di vietarla a partire dal 2021, dando così tempo alle imprese di trovare soluzioni alternative e smaltire le scorte di quanto già prodotto.

In Europa già molti Paesi come la Frencia, Belgio, Irlanda e Regno Unito hanno deciso l’abolizione di plastica monouso ben prima che l’Italia seguisse la stessa strada.

Plastic Tax Chi la Paga?

C’è innanzitutto da puntualizzare che la Plastic Tax grava sui prodotti monouso e comunque non biodegradabili o compostabili. Tappi di bottiglia, le bottigliae stesse non biodegradabili, plastica da imballaggio, vaschette di polistirolo, persino le aste dei palloncini e i bastonvini per le orecchie sono il bersagio della Plastic Tax.

Le aziende che riconvertiranno la produzione con l’uso di materiali alternativi e comunque biodegradabili e compostabili avranno degli incentivi ma il costo di tali materiali sarà certamente superiore a quello della plastica attualmente utilizzata.

L’entità della Plastic Tax che era partita da un’ipotesi di 1€ al Kg, nella stesura definitiva è ridotta a 45 €/cent. Questo graverà comunque sensibilmente sui costi aziendali delle imprese che producono o utilizzano la plastica.

Certamente sono le aziende che sopporteranno il costo di questa plastica ma è altrettanto certo che il maggior costo di produzione ricadrà sui consumatori.

Alla fine di tutta la filiera, chi paga la Plastic Tax sarà il consumatore finale, le famiglie che dovranno sopportare il carico della Plastic Tax.

Precisiomo che la Plastic Tax non è dovuta dalle imprezse se di entità non superiore a 10 Euro, un limite che appare semplicemente ridicolo.

Plastic Tax in Vigore da Luglio 2020: Cosa Sapere?
Plastic Tax in Vigore da Luglio 2020: Cosa Sapere?

Plastic Tax Entrata in Vigore

Con il significato di lasciare tempo alle imprese di adeguare, cambiare le produzioni, smaltire le scorte di materiale di produzione, la Plastic Tax vede la sua applicazione, l’Entrata in Vigore differita di alcuni mesi.

La Plastic Tax, quindi, entra in Vigore a partire da luglio 2020. Bisognerà vedere se, come e quanto le aziende riusciranno nel frattempo a cambiare la loro produzione e infine se ci saranno o no speculazioni attraverso aumenti ingiustificati dei prodotti ben oltre alla ricaduta della tassa sugli stessi.

Plastic Tax 2020

In definitiva, esiste la scappatoia per evitare il pagamento di questa controversa tassa attraverso la conversione delle produzioni in senso maggiormente ambientalista.

Le associazioni dei consumatori sono comunque preoccupate per la ricaduta economica sulle famiglie. Sia per il pagamento della plastic tax, sia per l’aumento di costi per l’uso di materiali meno inquinanti, c’è da attendersi un aumento del costo di una enorme varietà di imballaggi, bottiglie, pellicole protettive che appesantiranno la spesa delle famiglie.

Hai trovato interessante l’articolo su Plastic Tax in Vigore da Luglio 2020: Cosa Sapere? Commentalo subito e seguici su Facebook.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.