Fotovoltaico 2019 Conviene? Detrazione Fiscale e Incentivi

0 9

Sostenibilità Ambientale e Risparmio Energetico sono diventati, oggi giorno, dei temi sempre più frequenti e comuni.

In questo articolo approfondiamo in particolare l’aspetto del Fotovoltaico, per comprendere se conviene, quali sono le detrazioni fiscali e gli incentivi.

Fotovoltaico 2019 Conviene? Detrazione Fiscale e Incentivi

Impianto Fotovoltaico Cosa è?

Un impianto fotovoltaico è un impianto che produce energia elettrica mediante la conversione diretta delle radiazioni solari, grazie all’effetto fotovoltaico.

E’ costituito da:

  • pannelli fotovoltaici
  • inverter, che trasforma la corrente continua, generata dai moduli fotovoltaici, in corrente alternata
  • un contatore, che misura l’energia prodotta
  • altri componenti elettrici per proteggere e isolare l’impianto

Fotovoltaico Detrazioni Fiscali e Incentivi

Chi ha deciso di installare i pannelli fotovoltaici dal 2000 al 2013 ha preso una decisione saggia, poiché la spesa effettiva è stata bassa grazie alle diverse e numerose agevolazioni.

Ma il fotovoltaico è ancora oggi conveniente?

La maggior parte degli incentivi valgono solo per il solare termico (o pannelli solari ibridi), ma ci sono comunque delle detrazioni fiscali per tutti coloro che decidono di investire nell’innovazione tecnologica.

Un bonus che comprende gli incentivi fiscali che già conosciamo. Dalla detrazione del 50% per le ristrutturazioni edilizie a quella del 50 – 65% sugli interventi di efficientamento energetico, fino ad arrivare al bonus mobili e al bonus verde con le detrazioni per i lavori incentrati sul verde privato.

Nello specifico, per quanto riguarda il fotovoltaico, il DM FER 2018 ha introdotto un bonus per il fotovoltaico, noto come Decreto Rinnovabili.

Gli incentivi previsti dal bonus Fotovoltaico 2019 non riguardano le realizzazioni private e residenziali, che godono della detrazione IRPEF, ma interessano gli impianti di grandi dimensioni.

Per ottenere questi incentivi ci sono dei requisiti:

  • impianto di nuova costruzione
  • valgono per tutti gli impianti con potenza superiore ai 20 Kw, purché non sorgano in terreni agricoli
  • bisogna possedere il titolo di abilitazione alla costruzione e all’esercizio di impianto fotovoltaico

Oltre a questi requisiti bisogna però partecipare a dei bandi, per l’iscrizione alle aste, divisi in tre categorie:

  • impianti eolici e fotovoltaici
  • impianti che sfruttano l’energia geotermica e/o idroelettrica
  • impianti che utilizzano gas prodotti da depurazione, di discarica o di impianti ad energia rinnovabili

Tra i vantaggi che si ottengono con la realizzazione di un impianto fotovoltaico c’è il fatto che non si deve pagare nulla per l’energia che si utilizza e l’energia immessa nella rete avrà una tariffa che comprende ogni cosa per 20 anni.

Le tariffe sono:

  • 0,11€/kWh fino a 100 kW
  • 0,9 €/kWh fino a 1 MW
  • 0,7 €/kWh oltre 1 MW

Se si prevede inoltre di eliminare strutture in eternit o in amianto, si avrà un premio aggiuntivo di 12€ per MWH.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito internet utilizza i Cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Puoi decidere se accettarli o se fare opt-out in qualsiasi momento. AccettaContinua a leggere