Agevolazioni Fiscali Ristrutturazioni ed Energie rinnovabili 2015

0 1

Anche in questo 2015 ci saranno tantissime agevolazioni fiscali per quanto riguarda le energie rinnovabili e quelle che riguardano le ristrutturazioni.
Ecco quali sono quelle che possono essere sfruttate per poter avere grandi risparmi.

Le agevolazioni per le energie rinnovabili.

Chi temeva di non poter acquistare gli impianti fotovoltaici senza agevolazioni, finalmente potrà essere tranquillo: infatti, anche nel corso di quest’anno, ovvero del 2015, sarà possibile poter usufruire di diverse agevolazioni, che di fatto renderanno meno pesante la spesa che si dovrà andare a sostenere.
Chiunque debba effettuare una ricostruzione per il risparmio energetico, ovvero deve cambiare infissi e porte, avrà un’agevolazione fiscale pari al sessantacinque percento sulla somma spesa, fino ad un tetto massimo di sessantamila euro.
Queste agevolazioni riguardano le schermature solari, e questo significa che, se un utente dovesse spendere cinquanta mila euro, avrà una detrazione fiscale pari a circa trentadue mila euro, ovvero la metà verrà scontata.
Si deve trattare ovviamente di interventi di ristrutturazione.
Tale tipo di agevolazione sarà valevole fino alla fine del 2015: per il 2016 è prevista una diminuzione dell’agevolazione, che scenderà al 36%, ovvero la metà.
Anche per gli impianti di climatizzazione sarà possibile poter avere delle agevolazioni, ma attenzione: queste riguardano solo l’acquisto e l’installazione di sistemi che sfruttano, come strumento combustibile, le biomasse.
Per le caldaie dunque che utilizzano tale sistema, è possibile poter ottenere un’agevolazione pari al 50%, su un tetto massimo di trenta mila euro.
Ciò significa che la metà di quella somma di denaro sarà interamente scontata: se un utente dovesse dunque pagare più di trentamila euro gli impianti ed i lavori che verranno effettuati all’interno della propria abitazione, gli utenti avranno uno sconto massimo di quindicimila euro, mentre il resto dovrà essere pagato di tasca loro.
In questo modo dunque tutte le spese potranno essere ridotte: le detrazioni in caso di pagamento con bonifico sale all’otto percento, e pertanto sarà possibile evitare anche di informare le Agenzie delle Entrare.

Ristrutturazioni varie e detrazioni.

Chi deve effettuare altri tipi di interventi invece, fino al 2015 avrà un’agevolazione pari al cinquanta percento, fino ad una somma massima di novantasei mila euro: chi sfrutta tale agevolazione dopo il trentuno dicembre di quest’anno, avrà una detrazione del trentasei percento.
Nelle zone sismiche, e dunque per evitare che la prima casa possa venire danneggiata, la detrazione fiscale per gli interventi è del sessantacinque percento: in questo caso non ci sono dei tetti massimi.
Questa particolare agevolazione risulta essere attiva dalla fine del 2013, e scadrà il trentuno dicembre di quest’anno.
La detrazione dunque avrà valore solo nel momento in cui si sono effettuati lavori, oppure si effettueranno nel corso di questi due anni.
Sarà possibile ottenere anche delle agevolazioni per la ristrutturazione delle case che hanno subito dei danni a causa di calamità naturali, dopo che queste verranno esaminate da dei periti.
Questo particolare intervento e detrazione verrà applicato nel momento in cui è stato emanato lo stato d’allerta.

Questi sono dunque tutti i vari cambiamenti che avranno valore anche nel corso di quest’anno, e che potranno essere sfruttati nel momento in cui si intende effettuare dei lavori di ristrutturazione o di riqualificazione energetica.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.